loader

Our blog.

September 1, 2014

Le novità di Facebook: dalla timeline al gestore delle pagine [PARTE SECONDA]

Dopo avervi parlato la settimana scorsa di alcune delle principali novità riguardo al social network più amato del mondo, torniamo oggi sull’argomento e vediamo quali altre sorprese ci ha riservato Facebook quest’anno, soprattutto in un’ottica di gestione professionale di pagine aziendali.

PROMOTED POST

Gli amministratori di pagine Facebook avranno sicuramente notato che da un pò di tempo sotto ad ogni post è possibile visualizzare alcune metriche interessanti. Nello specifico viene mostrata la percentuale di utenti che ha visualizzato il post (rispetto al totale di utenti connessi alla pagina) e il numero di visitatori. Ora promuovere il singolo post diventa facile cliccando su “Promuovi” e impostando una campagna che parte da un budget minimo di 5 € con durata massima di tre giorni dalla prima pubblicazione. Una volta pubblicato, l’annuncio sarà visualizzato nella sezione Notizie degli utenti a cui piace la pagina e sarà possibile monitorarlo attraverso le metriche messe a disposizione da Facebook. Se avete ancora qualche dubbio sul funzionamento o sull’utilità dei Promoted Post vi invitiamo a guardare questo video:


NUOVA INTEGRAZIONE FACEBOOK – TWITTER

Attraverso l’integrazione delle due piattaforme social ora è possibire postare tweet direttamente sullo status di Facebook: verranno riconosciuti automaticamente link, hashtag e menzioni. Nel momento in cui si sceglie di riportare un tweet su Facebook (ciò accade automaticamente se si è scelto di sincronizzare i due profili) oltre ad un’anteprima dei link, sono riportati link di collegamento ad utenti o hashtag. Questa nuova integrazione rende ancora più semplice l’utilizzo dei due social ma fate attenzione, Facebook e Twitter sono completamente diversi e lo stile comunicativo utilizzato nelle due piattaforme spesso dovrebbe essere differenziato, soprattutto quando si parla di brand!

FACEBOOK ACQUISTA INSTAGRAM

Forse non tutti sanno del nuovo acquisto del colosso Facebook: l’applicazione mobile per creare foto vintage, Instagram. Un miliardo di dollari che Mark Zuckerberg ha deciso di investire nell’acquisizione di Instagram e di tutti i suoi utenti, al fine di collaborare strettamente con il loro team per creare un’integrazione sempre più alta tra i due social. Non stupiscono quindi le prime novità introdotte nell’app di Instagram: ora attraverso le impostazioni si può scegliere di condividere i like delle foto direttamente sul proprio profilo Facebook. Ci aspettiamo grandi cambiamenti in proposito, stay tuned!

GROUP FOR SCHOOL

Ricordate la storia di Facebook? Il social era nato proprio come aggregatore all’interno di un campus universitario. Oggi torna a lavorare per il mondo degli studenti attraverso la creazione di gruppi dedicati alle università dove sarà possibile parlare, socializzare, condividere file e appunti e creare eventi. In molte università il servizio ancora non è attivo, se digitate il nome della vostra università italiana approderete però a questa pagina dove sarà possibile lasciare la propria mail universitaria per rimanere aggiornati sui futuri risvolti!

Gruppi universitari Facebook

Sono stati mesi impegnativi questi per Facebook, e non è tutto qui. All’estero ad esempio nasce Facebook Camera, la nuova app per fare foto, filtrarle e condividerle e Facebook App Center, una raccolta di applicazioni disponibili per IOS e Android . Le collaborazioni strette dal social network aumentano continuamente, basti pensare al pulsante “Ascolta” disponibile nelle fanpage di gruppi e musicisti che permette di ascoltarli attraverso la piattaforma Deezer. Da pochissimo è stata introdotta un’ulteriore novità: quando un utente si trova in una delle fanpage che amministra viene visualizzato in alto nella sezione Voce (che appare di default) con quale profilo sta commentando e pubblicando e con un semplice clic potrà scegliere di tornare a scrivere con il proprio profilo. Il social è un mondo in continua evoluzione, che cresce e migliora offrendo una customer experience sempre più allettante. Quali saranno le prossime mosse di Mr. Facebook?